1. Infosfera.

2. I Web Service.

La comprensione di come le tecnologie di oggi (Ia blockchain, ecc), possano migliorare le nostre vite e il mondo, diventando strumento di sostenibilità.

LA COMUNICAZIONE
DEL FUTURO 

LA COMUNICAZIONE DEL FUTURO SDB CHANGE CONGRESS
Comunicazionedelfuturo1.jpeg

L'SDB Change Congress affronterà nuovi tipi di #comunicazione del #futuro e la sfida della #blockchain.

 

Siamo di fronte ad un importante cambio di paradigma, che sicuramente offrirà nuovi spunti di riflessione e punti di partenza per progetti innovativi in molte aree del marketing e della comunicazione aziendale. Si rifletterà, quindi, sui possibili limiti e utilizzi di questa brillante tecnologia. Ciò che potrà davvero fare la differenza sarà la diffusione corretta della conoscenza e la gestione ottimale delle migliori pratiche che via via verranno introdotte.


Segui la nostra pagina per aggiornarti su queste tematiche.

È la nostra occasione, la nostra sfida.

#sdbchange

Don Sarmento Adolfo De Jesus Ispettore (MOZ), risponde a due interrogativi cardini dell'SDB Change Congress: pensando all’economia della Congregazione Salesiana, quale sono le sfide che vedi per il futuro? Le tecnologie attuali (blockchain, ecc.) possono migliorare le nostre vite ed il mondo, diventando uno strumento di sostenibilità. Cosa deve fare la Congregazione Salesiana per migliorare l’uso delle tecnologie moderne nel futuro? Guarda il video!

Comunicazionedelfuturo2.jpeg

All’SDB Change Congress andremo a riflettere sulla tematica delle #comunicazioni del #futuro e di come le tecnologie di oggi (Ia blockchain, ecc), possano migliorare le nostre vite e il mondo, allo scopo di comprendere e fare un giusto uso delle innovazioni comunicative.

 

«È finito il tempo in cui potevamo permetterci di celebrare il progresso tecnologico senza prestare attenzione ai suoi impatti ambientali negativi. Le tecnologie industriali e di consumo, che hanno portato a una prosperità senza precedenti, hanno anche sollecitato i nostri sistemi ecologici fino al punto di rottura, divorando le risorse. Dobbiamo fare in modo che la tecnologia diventi parte della soluzione.» (Thomas Banchoff, vicepresidente di “Global Engagement” alla Georgetown University).


Segui la nostra pagina per aggiornarti su queste tematiche.

È la nostra occasione, la nostra sfida.

#sdbchange

BestPractiesEconomer.jpeg

BEST PRACTIES: scarica il modello di monitoraggio per le visite dell'Economo ispettoriale nelle comunità.

 

Il documento si propone come strumento di supporto all’economo ispettoriale nella sua attività di conoscenza e controllo organizzativo delle Case. Per coloro che si trovano a ricoprire il ruolo di economo della Casa per la prima volta o che per loro peculiarità formativa non sono esperti nei settori amministrativo/organizzativi, il documento, adattato alle diverse realtà ispettoriali, rappresenta una importante guida lavorativa.
Il suo regolare aggiornamento è stimolo per l’economo della Casa nel garantire standard organizzativi adeguati e rispetto delle disposizioni normative in campo civilistico e fiscale.
Scaricalo cliccando qui: Economer’s Monitoring Report.


Segui la nostra pagina per aggiornarti su queste tematiche.

È la nostra occasione, la nostra sfida.

#sdbchange

Tematiche SDBCHANGECONGRESS

Economia
sostenibile

ECONOMIA SOSTENIBILE SDB CHANGE CONGRESS

Spiritualità e la leadership salesiana

SPIRITUALITà LEADERSHIP SALESIANASDB CHANGE CONGRESS

Intelligenza Artificiale 

AI SDB CHANGE CONGRESS

Comunicazione
del futuro

COMUNICAZIONE DEL FUTURO SDB CHANGE CONGRESS

Prevenzione della corruzione 

PREVENZIONE DELLA CORRUZZIONE SDB CHANGE CONGRESS

Best Practies

Come ridurre i rifiuti

La situazione attuale

Nel 2016 abbiamo generato oltre 2,01 miliardi di tonnellate di rifiuti, ma con l'aumento della popolazione globale e l'urbanizzazione si prevede una produzione di 3.4 miliardi di tonnellate di rifiuti al 2050. Senza un'azione urgente, entro il 2050 i rifiuti globali aumenteranno del 70 per cento rispetto ai livelli attuali. Le materie plastiche sono particolarmente problematiche. Se non vengono raccolti e gestiti correttamente i rifiuti plastici contamineranno e ammaleranno i corsi d'acqua e gli ecosistemi per centinaia, se non migliaia, di anni. Nel 2016, il mondo ha generato 242 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, ovvero il 12% di tutti i rifiuti solidi.